Avvistato golden retriever sul pattino di salvataggio!

Domenica scorsa 13 settembre Kim e io abbiamo fatto addestramento in acqua con gli istruttori della Sea Rescue Dog. Di seguito il racconto dell’esperienza.

zooplus.it

Alle 9.40 ero al mare pronto per nuotare e divertirmi con Kim, dopo poco sono arrivate tutte le altre unità cinofile. Dopo un breve briefing dell’istruttore per spiegare il programma dell’addestramento, abbiamo iniziato il primo esercizio: camminata in acqua con cane affianco che nuota. È un esercizio di riscaldamento che mira a migliorare l’affiatamento cane/conduttore e l’obbedienza del cane. Kim si è comportata bene, mi è stata accanto senza problemi, solo durante l’ultimo giro cercava di tornare a riva perché si era stancata.

Secondo esercizio, per le unità cinofile brevettate e più esperte, tuffo del cane dal pattino e riporto del conduttore a terra. Noi abbiamo assistito dalla riva cercando di imparare il più possibile.

Terzo esercizio: giro sul pattino per i neofiti. Dopo aver messo Kim sul pattino siamo andati verso gli scogli frangiflutti e ritorno, per abituare il cane a stare sul pattino. Kim non si è affatto spaventata, anzi era contenta e attenta a tutto ciò che accadeva in acqua. L’esercizio non prevedeva il tuffo del cane poiché durante il pattugliamento il cane deve stare tranquillo accanto al padrone e deve tuffarsi solo in caso di necessità su comando del conduttore.

Quarto e ultimo esercizio, per le unità cinofile con poca esperienza: impostazione del riporto del pericolante. Il cane viene trattenuto dall’istruttore e il conduttore dopo essersi allontanato un po’ dalla riva, fa finta di annegare. Il cane che vuole raggiungere il proprietario viene lasciato libero e, una volta raggiunto quest’ultimo gira verso la riva e riporta la persona a terra. Le prime volte la fase del riporto è simulata, il pericolante cammina aggrappandosi al cane che così si abitua al peso da riportare. Kim è stata brava anche in questo caso e mi ha dato tanta soddisfazione.

Oltre a passare qualche ora in buona compagnia al mare, in queste occasioni si crea un bel clima di festa perché molti curiosi e bambini si fermano a conoscere i cani e a fare domande sulle unità cinofile di salvataggio creando un’ottima occasione per sensibilizzare genitori e bimbi verso il mondo cinofilo e il mare.

 

Lascia un commento